AutoElettrica101 utilizza cookies tecnici, cookies di terze parti e cookie di profilazione di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze, per fini statistici e per il corretto funzionamento del sito.

Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookie e confermi di aver letto e accettato i Termini di utilizzo e Privacy.

OK, confermo
Amazon.it - Offerte del giorno!
📷 Le migliori offerte su elettronica, smartphone, fotocamere e hi-tech! 🔋

(i) Per navigare su AutoElettrica101, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)







Login LoginIscriviti a AutoElettrica101!


Auto elettriche e lunghe percorrenze


  1. AutoElettrica101
  2. »
  3. Articoli
  4. »
  5. Auto elettriche e lunghe percorrenze
Pubblicato da Juza (Redazione AutoElettrica101) il 30 Luglio 2020


Nei giorni scorsi ho avuto occasione di percorre l'intera Italia da nord a sud (e ritorno), guidando per oltre 2500 chilometri in 48 ore la mia Model 3 Performance. Vi riporto qualche riflessione per chi intenda utilizzare un'elettrica su lunghe distanze!

Non è la prima volta che guido per così tanti chilometri in poco tempo, ma fino ad ora avevo fatto guide del genere solo in Germania e Norvegia, mentre ora per la prima volta ho sperimentato le lunghissime percorrenze in Italia.

Auto elettrica su lunghe percorrenze



E' fattibile? Sì, ma dipende molto da paese: in Italia è abbastanza agevole al nord, mentre al centro e sud diventa più difficoltoso. In Germania, Olanda, paesi nordici sarebbe certamente più semplice visto il maggior numero di stazioni di ricarica; al contrario, in est Europa attualmente sarebbe eccezionalmente difficoltoso.

Tesla ha la migliore rete di ricarica, ma più si scende verso il sud più i supercharger diventano rari, e questo va anche a rallentare il viaggio. Dato che ogni stazione dista 150 o 200km dall'altra, a volte sono stato costretto a fermarmi a caricare anche se avevo ancora il 30 o 40% di batteria: fin troppo per arrivare alla stazione intermedia, troppo poco per quella successiva.

Tesla è anche una delle poche reti di ricarica che hanno una velocità ragionevole, dai 150 ai 250kW di potenza che corrispondono a un tempo tra i 25 e i 35 minuti per una ricarica all'80%. Altrettanto buona è Ionity, mentre caricare alle colonnine Enel da 22 o 50kW è impensabile se non in situazioni di emergenza, o (nel caso delle 22kW) se volete passare la giornata a passeggiare nei dintorni della colonnina.

Mappa Tesla Supercharger in Italia 2020

L'attuale rete Tesla Supercharger in Italia (in rosso i supercharger attivi, in grigio quelli che arriveranno nei prossimi anni). La copertura al nord è buona, mentre al centro e sud è molto carente.


L'autonomia reale delle attuali elettriche, a velocità autostradale (130km/h costanti), è poco più della metà rispetto a quella dichiarata nel ciclo WLTP: prendiamo la mia Tesla Model 3 Performance, ad esempio. Ha un'autonomia WLTP di 530km; nella realtà, in autostrada percorro al massimo 300 chilometri. I motivi sono molteplici: in primis, il test WLTP è esageratamente ottimistico; inoltre, i consumi aumentano molto rapidamente con l'aumentare della velocità. Inoltre, non vi capiterà quasi mai di partire con batteria al 100% e arrivare alla ricarica allo 0%: in genere partirete al 90% (perché l'ultima parte della ricarica è lentissima, dovreste attendere un'altra mezz'ora per arrivare al 100%) e arriverete alla colonnina al 10% (per non rischiare di rimanere a piedi). Quindi alla fine si sfrutterà circa l'80% della batteria, e non la massima autonomia teoricamente possibile.

È vero che guidando ai 100 o 110km/h costanti si guadagna parecchia autonomia (anche un 20% in più), ma questo è un discorso che possono fare solo i "pionieri' dell'elettrico: il grande pubblico vuole auto che si possano guidare come auto "normali", senza dover costantemente pensare all'autonomia.

Tesla su lunghe percorrenze


E qui stiamo parlando di Tesla, il meglio del meglio attualmente sul mercato in termini di autonomia, efficienza, velocità di ricarica e network di ricarica: immaginate di fare lunghi spostamenti con altre elettriche che hanno un'autonomia di 200 o 300 chilometri dichiarati! (in pratica 130 o 200 chilometri reali a velocità autostradale) Per non parlare della necessità di affidarsi a colonnine lente (e magari già occupate, solo Tesla e Ionity hanno stazioni da 8/10 colonnine).

In conclusione, per chi deve fare tantissimi chilometri le elettriche hanno ancora seri limiti; se avete questa esigenza le uniche che vi consiglierei sono le Tesla, e anche loro sulle lunghe/lunghissime percorrenze obbligano ad avere un po' più pazienza che con un'auto a benzina o diesel.

Perchè questa situazione possa cambiare, serve un enorme passo avanti nella capacità della batteria: non un 10 o 20% in più, ma un raddoppio, arrivando a 200kWh sulle auto di grandi dimensioni o attorno ai 150kWh sulle utilitarie e medie dimensioni, in modo da avere un'autonomia WLTP di almeno 1000 chilometri, corrispondenti a un'autonomia reale attorno ai 600km in autostrada e 800/900km in città e strade extraurbane.

Questo non significa che si debba guidare per 600 o 900 chilometri senza soste, ma che si possa fare soste e guidare "normalmente" senza pianificare il viaggio in base alle soste di ricarica, ma caricando con comodo solo quando è possibile farlo in modo agevole, magari durante il pranzo o la cena.

Un'autonomia del genere, abbinata a stazioni di ricarica ben più numerose di quelle attuali, sarà il passo necessario per un'adozione di massa delle auto elettriche.

Quando avverrà? Attualmente le batterie più capienti (tra le auto in produzione) sono da 100kWh, montate su Tesla Model S e X. A fine 2021, entreranno in commercio Tesla Roadster e Cybertruck con batteria da 200kWh: saranno le prime elettriche con 800/1000 chilometri di autonomia, anche se a prezzi ancora molto elevati. Tuttavia, negli anni seguenti i costi delle batterie andranno via via a scendere, e mi aspetto che tra 4 o 5 anni anche le utilitarie elettriche avranno simili percorrenze, e che verso il 2025 la mobilità elettrica sarà diventata un fenomeno di massa anche in Italia e non più una nicchia come è ora.



Hai domande, dubbi o curiosità su questo articolo? Chiedi sul Forum AutoElettrica101!


Stai acquistando una Tesla? Utilizza il codice referral di AutoElettrica101 per avere 1500km di ricariche gratuite!





 ^

AutoElettrica101 contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per Smartphone - Termini di utilizzo e Privacy - P. IVA 01501900334 - REA 167997 - PEC juzaphoto@pec.it

www.AutoElettrica101.it © Juza - juza.ea@gmail.com