(i) Per navigare su AutoElettrica101, è consigliato disabilitare gli adblocker (perchè?)







Login LoginIscriviti a AutoElettrica101!


Test drive Tesla Model Y Performance (Berlino)


  1. AutoElettrica101
  2. »
  3. Articoli
  4. »
  5. Test drive Tesla Model Y Performance (Berlino)
Pubblicato da Juza (Redazione AutoElettrica101) il 04 Luglio 2022


Nelle scorse settimane ho avuto occasione di fare un test drive della Tesla Model Y Performance prodotta a Berlino: si tratta della prima Tesla costruita interamente in Europa (ad accezione del pacco batterie, che viene dalla Cina). Vi racconto le mie impressioni!

Tesla Model Y Performance

La gigafactory di Berlino ha un'importanza fondamentale per Tesla: permetterà di evitare i costi e le tempistiche dell'importazione dalla Cina o dagli Stati Uniti, e in futuro tutte le Model 3 e Model Y vendute in Europa verranno prodotte qui, aumentando enormemente il numero di vetture che Tesla riesce a mettere sul mercato. La produzione è iniziata a Marzo 2022 e, come prevedibile, servirà un certo tempo prima raggiunga i numeri della altre gigafactory: al momento (Luglio 2022) vengono prodotte solo Model Y Performance al ritmo di 1000 auto/settimana; nei prossimi mesi inizierà anche la produzione della versione Long Range, e probabilmente tra fine 2022 e inizio 2023 la fabbrica di Berlino inizierà a produrre anche batterie 4680, per poi portare sul mercato la Model Y con pacco batteria strutturale.

La produzione europea della Model 3 è invece ancora lontanissima; non è ancora iniziata la costruzione della fabbrica dove verrà prodotta, quindi ci si può aspettare che servano almeno altri due anni, nella più ottimistica delle previsioni.

La prima Model Y da Berlino

L'auto che ho provato è una delle primissime prodotte a Berlino (ma già tra quelle commercializzate, non è un'auto pre-produzione). Questo modello utilizza ancora le batterie 2170, il che non è un male: come abbiamo visto dai primi test delle 4680, queste ultime sono ancora molto "acerbe" e il precedente pacco batteria con 2170 offre migliore autonomia e velocità di ricarica. Nel caso della Model Y Performance abbiamo un pacco batteria da 82kWh per un'autonomia WLTP di 514km; ovviamente l'autonomia reale sarà significativamente inferiore, ma Tesla ha fatto vari progressi nell'efficienza, anche rispetto alla mia Model 3 Performance di pochi anni prima: tra le novità più importanti c'è la pompa di calore, che in climi freddi permette di ridurre i consumi per il riscaldamento.

I cerchi da 21" hanno un nuovo design particolarmente aerodinamico; mi hanno sorpreso le dimensioni delle gomme, veramente enormi (fin troppo, a mio parere): 255/35 R21 (anteriore) e 275/35 R21 (posteriore). Esteticamente bellissime, non c'è dubbio, e sicuramente anche la tenuta di strada ne gioverà; ma ne gioverà molto meno il portafoglio, dato che tali misure "da supercar" hanno prezzi altrettanto super: per chi vuole stare sui marchi premium, siamo sui 300 euro per le estive e 400-500 euro per le invernali (prezzo per singolo pneumatico).

Tesla Model Y Performance, cerchi

I cerchi da 21 pollici della Model Y. Come da tradizione Tesla, la spalla del pneumatico è fortemente ribassata, cosa apprezzabile dal punto di vista estetico ma non certo ideale per guidare su strade sconnesse.


Una novità introdotta negli ultimi due anni sulle Tesla, prima Model 3 e ora anche su Model Y, sono i "doppi vetri": i finestrini sono realizzati con due strati di vetro, il che permette di migliorare l'insonorizzazione. Ho guidato l'auto a velocità autostradali e posso confermare che è più silenziosa della mia Model 3, che invece in autostrada soffre un po' di un'insonorizzazione meno efficace rispetto alla media delle auto premium.

Tesla Model Y Performance, doppi vetri

I doppi vetri montati sulle Tesla a partire dal 2021 sono di grande aiuto nel migliorare la silenziosità dell'abitacolo.


L'altezza da terra è di circa 5 centimetri superiore rispetto alla Model 3, il che aiuterà un po' sulle strade sconnesse, con marciapiedi e buche, compensando in piccola parte ai pneumatici molto stradali, ma certamente non si può considerare un SUV offroad (questo sarà il ruolo del Cybertruck). Le sospensioni sono del classico tipo a molla; purtroppo al momento Tesla non offre sospensioni pneumatiche su Model Y e Model 3, ma solo sulle ammiraglie Model X e Model S. Ho avuto modo di provarle su quest'ultima e le ho trovate davvero utili, sono una soluzione ideale per affrontare diversi tipi di strade, permettendo all'occorrenza di aumentare significativamente l'altezza da terra.

Dal punto di vista estetico, è un'auto che sicuramente rende di più di persona che in foto; ha un aspetto molto più "imponente" rispetto alla Model 3. La Model Y è 6cm più lunga, 8cm più larga e sopratutto una ventina di centimetri più alta: il risultato è una spaziosità interna nettamente superiore alla berlina.

Tesla Model Y Performance, interni

Gli interni, a parte gli spazi più grandi, sono sostanzialmente identici alla Model 3; sono presenti due caricatori wireless per smartphone e prese USB-C a 27W. Un unico schermo centrale permette di controllare buona parte delle funzionalità della vettura.


Sia il bagagliaio anteriore che quello posteriore sono ben più profondi, andando ad aumentare le già notevoli capacità di carico della Tesla; migliore anche lo spazio per i passeggeri, soprattutto in altezza. La Model Y ha bagagliaio posteriore da 854 litri e anteriore da 117 litri; per confronto la Model 3 ha rispettivamente 561 e 88 litri.

Tesla Model Y Performance, bagagliaio modalità camping

Un bagagliaio del genere è un sogno per chi utilizza l'auto come camper :-)


Da frequente utilizzatore della modalità camping, la caratteristica che ho apprezzato di più è sicuramente l'apertura del bagagliaio posteriore, enormemente più ampio, luminoso e confortevole per chi vuole trasformare l'auto in un "mini-camper", sfruttando anche le funzionalità appositamente fornite da Tesla.

Infine, in termini di prestazioni e stile di guida non ho trovato differenze significative rispetto alla mia Model 3; quest'ultima accelera da 0 a 100 in 3.4s (3.3s nella versione attualmente in commercio) contro i 3.7s della Model Y, ma nell'utilizzo reale è una differenza appena percettibile, e non baserei la scelta su questo aspetto.

La differenza di prezzo tra Model 3 e Model Y è attualmente 4500 euro: la Model 3 Performance costa 67500 euro, contro i 72000 euro della Model Y; entrambe sono escluse dagli incentivi statali. In termini di autonomia, la Model 3, essendo più leggera e aerodinamica, offre circa 35km di autonomia in più (mentre c'è una differenza più significativa nel caso della versione Long Range: 533km per la Model Y e 604km per la Model 3).

La scelta dell'una o dell'altra dipende dalle proprie preferenze: se la spaziosità della Model 3 è già sufficiente per le proprie esigenze, si avrà un po' più di autonomia e accelerazione (e un'estetica più sportiva); per chi invece vuole maggiore spazio e comfort la Model Y è la scelta ideale.



Hai domande, dubbi o curiosità su questo articolo? Chiedi sul Forum AutoElettrica101!





 ^

AutoElettrica101 contiene link affiliati Amazon ed Ebay e riceve un compenso in caso di acquisto attraverso link affiliati.

Versione per Smartphone - Termini di utilizzo e Privacy - Preferenze Cookie - P. IVA 01501900334 - REA 167997 - PEC juzaphoto@pec.it

www.AutoElettrica101.it © Juza - juza.ea@gmail.com